Il Rotary Club Oltrepò, è stato fondato nel 1987 per iniziativa del R.C. Voghera e con il consenso del R.C. Piacenza; entrambi hanno ceduto una parte del loro territorio creando un bacino di competenza che raggruppa tutti i comuni situati sulla S.S. n. 10, Padana Inferiore, nel tratto da Castelsangiovanni a Casteggio, oltre a quelli che, dipartendo dalla statale stessa, si trovano, a sud, fino ai confini delle Provincie di Pavia e di Piacenza, e  a nord, fino al fiume Po. Primo Presidente è stato il Dott. Gianfranco Boveri, socio del R.C. Voghera, rotariano di lunga esperienza che il Club padrino designò con il preciso intento di trasferire ai Soci fondatori del nuovo Club i principi fondamentali del “SERVIRE” e dell’etica rotariana.

I Presidenti, che si sono via via alternati alla guida del Club hanno fatto tesoro di quanto appreso profondendo le loro energie e le loro capacità organizzative in iniziative che, oltre a dare visibilità al sodalizio, hanno concretamente soddisfatto bisogni collettivi anche di ampio respiro, sia culturali che di assistenza. Sono così stati istituiti i Premi “Carlo Alberto Sacchi” (fisico di chiara fama, socio del R.C. Voghera, che benevolmente si adoperò per far nascere il Club) e “Paolo Baffi” (bronese già Governatore della Banca d’Italia), quest’ultimo destinato alla miglior tesi di laurea in discipline economiche che, per dotazione, ha rappresentato un esempio unico a livello nazionale.

Tra gli innumerevoli interventi nel campo assistenziale non può essere ignorata la donazione di una autoambulanza nuova alla C.R.I. di Stradella, le cui caratteristiche tecniche, espressamente  richieste, ne fanno un mezzo ideale per operare nella fascia collinare-montana che caratterizza buona parte del territorio. In occasione della celebrazione del 1^ Decennale di costituzione il Club ha avuto l’onore di avere come Ospite eccezionale il Premio Nobel Rita Levi Montalcini.

Tra le iniziative di spessore, all’interno del sodalizio, è d’obbligo ricordare anche la costituzione, nel 1996, del ROTARACT  (giovani dai 18 ai 30 anni), serbatoio ideale di futuri soci e, nel 1998, quella dell’INNER WHEEL (mogli dei rotariani) che perseguono entrambi i medesimi obbiettivi del servire su strade parallele.

Nel 1992 il Club si è gemellato con il R.C. CARNOUX EN PROVENCE – ROQUEFORT LA BEDOULE, località della Costa Azzurra nelle vicinanze di Marsiglia, con il quale intrattiene cordiali rapporti accalorati dal reciproco scambio di visite.

Intravedendone la concreta fattibilità, su input del Governatore, nel 1997, il Club si è attivato con impegno tale da costituire nel giro di pochissimo tempo il nuovo R.C. VALTIDONE, divenendone padrino e inserendo alla sua Presidenza, nel primo anno di vita, un proprio socio, tramite il quale trasmettere ai nuovi rotariani gli stessi insegnamenti elargiti 10 anni prima, con indimenticato entusiasmo, dal primo Presidente.